AGRIGENTO – Torture e violenza sessuale su 20 donne, la Cassazione conferma condanna a 30 anni per un somalo

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di carcere inflitti, in primo grado, dal Tribunale di Agrigento, a Elmi Mouhamed Muhidin, originario della Somalia. Il 27enne è stati ritenuto colpevole dei reati di associazione a delinquere, sequestro di persona a scopo di estorsione, tratta di esseri umani, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e violenza sessuale. Fu tratto in arresto nel novembre del 2013 a seguito delle testimonianze dei sopravvissuti del naufragio del 3 ottobre 2013, avvenuto al largo di Lampedusa, naufragio che costò la vita a 366 migranti. I testimoni lo riconobbero al centro di accoglienza dell’isola delle Pelagie come l’autore di stupri e violenze che avevano preceduto lo sbarco. L’uomo era accusato anche di torture e di aver violentato sessualmente una ventina di donne.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.