AGRIGENTO – Ucciso in Romania per un furto a Naro

Come si ricorderà, lo scorso 4 luglio a Naro vennero fermati e denunciati 5 romeni per rissa. Dissidi tra familiari che nacquero secondo le indagini dei Carabinieri , per motivi economici. Ebbene, adesso il morto c’è scappato, ma nella loro terra, in Romania, dove lo scorso 10 luglio, uno dei coinvolti nella rissa , era rientrato per le ferie. I familiari, dell’accoltellato , per vendicare l’affronto che il loro congiunto aveva subito a Naro e per ottenere la restituzione dei soldi, hanno deciso di dare atto ad una spedizione punitiva contro Catalin Manole, che è stato brutalmente assassinato. Secondo quanto riferito da Romania Tv, la giovane vittima di 21 anni è stata assalita daun gruppo di 13 persone , tra i quali figuravano anche lo zio e il cugino di Sandu Lupescu(l’accoltellato), che dopo averlo legato prima ad una recinzione di legno, poi brutalmente picchiato e, con un coltello, con la precisione di un chirurgo, gli sono stati recisi i legamenti del polso destro, le articolazioni del gomito e quelle del ginocchio sinistro, per assicurarsi che non riuscisse a sfuggire. I medici non hanno potuto fare altro che constatare la morte di Catalin. Il fratello di Catalin, Bogdan, intervenuto sul posto ha indicato agli inquirenti come mandanti della spedizione punitiva Aurel Lupascu e il figlio Sandu. La Polizia ha disposto il fermo per i due e si cercano ancora altre 11 persone coinvolte nell’omicidio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.