AGRIGENTO – Università, gli studenti scendono in piazza per difenderla

Gli studenti del Polo universitario di Agrigento intendono continuare la manifestazione di dissenso e protesta nei confronti della minaccia di chiusura della struttura, fino a che non otterranno positive risposte ufficiali da parte degli organi preposti. Il clima di incertezza che da anni attanaglia gli studenti è divenuto insostenibile per una generazione che ha deciso di investire le proprie capacità e il proprio futuro in un territorio difficile come quello agrigentino.

“E’ necessario – scrivono – avere delle risposte concrete non soltanto sulla salvezza del polo, ma anche sulle prospettive di sviluppo future dello stesso. Chiediamo che si investa nella cultura e che si lavori per consentire ai giovani di portare le proprie professionalità e competenze su un territorio che più di altri necessita di nuovi stimoli e orizzonti reali di sviluppo. Chiudere il Polo di Agrigento significa privare il territorio di migliaia di giovani, impoverendolo oltremodo e distruggendone, di fatto, il futuro. La Regione deve farsi carico di questa imprescindibile realtà territoriale che rischia di scomparire e le forze politiche tutte devono unirsi a noi in questa battaglia. Non intendiamo rinunciare ad un’importantissima realtà culturale che negli ultimi vent’anni ha arricchito l’intera provincia, favorendo lo sviluppo territoriale e imprenditoriale e dando a migliaia di studenti l’opportunità di crescere e di realizzarsi nel territorio in cui vivono e che amano”.

E’ per questi motivi che gli studenti hanno deciso di organizzare una manifestazione che si svolgerà domani, 5 marzo, a partire dalle 10. Il corteo muoverà dal quadrivio Spinasanta e che vede come tappa finale piazza Aldo Moro, sede del Palazzo Provinciale.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.