AGRIGENTO – “Viadotto Petrusa”, i residenti citano in giudizio l’Anas

Adiconsum e Cisl di Agrigento annunciano che i residenti di contrada Petrusa, al confine tra Agrigento e Favara, hanno citato in tribunale l’Anas per il risarcimento del danno patrimoniale causato dalla mancata ricostruzione del ponte Petrusa. I segretari provinciali di Adiconsum e Cisl, Giuseppe Bosciglio e Maurizio Saia, affermano: “Sono trascorsi 16 mesi dalla demolizione del viadotto Petrusa, e la mancata ricostruzione del ponte causa tuttora enormi disagi per studenti e pendolari, costretti a percorsi alternativi che, oltre ad essere inadeguati per il grande flusso circolatorio, costringono ad allungare le percorrenze. Pertanto, gli abitanti di contrada Petrusa hanno deciso di citare in giudizio l’Anas, per il risarcimento patrimoniale del danno, delegando l’Adiconsum e Cisl, attraverso il legale dell’associazione dei consumatori, a sostenerli e rappresentarli il 25 settembre 2018 dinanzi il Tribunale di Agrigento. Riteniamo dagli atti in nostro possesso, che l’Anas S.p.a. sia l’unica responsabile della demolizione e della mancata ricostruzione del ponte Petrusa, che ad oggi continua ad arrecare danni patrimoniali, in particolare agli abitanti della zona. Non è pensabile che l’Anas si possa sostituire al governo del territorio nella programmazione della viabilità, tanto da stabilire sull’opportunità e l’utilità della ricostruzione dell’importante arteria, dimostrando la limitata conoscenza del territorio e la scarsa sensibilità sociale, legata secondo noi a scelte errate, errori di progettazione e risorse finanziarie utilizzate per altre infrastrutture”.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.