AGRIGENTO – Violenza sessuale e rapina a danni prostituta: 3 condanne

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto ha condannato a 6 anni di reclusione ciascuno i fratelli Stefano e Roberto Fragapane, rispettivamente di 21 e 20 anni, di Agrigento e Giuseppe Tagliavia, 28 anni di Palermo, arrestati il 26 settembre dell’anno scorso per rapina, sequestro di persona e violenza sessuale a danno di una prostituta colombiana in via Dinoloco.
Secondo l’accusa i tre avrebbero sequestrato, rapinato e poi violentato a turno la prostituta, che dopo il fatto ha avuto la forza di chiamare i carabinieri, e successivamente trasferita in ospedale, ha denunciato i fatti. I tre aggressori sono stati arrestati poco più tardi dai poliziotti della sezione Volanti, unitamente agli agenti della Polizia Stradale di Agrigento. La donna ha aperto la porta pensando ad un cliente. E’ stata subito affrontata dai tre e minacciata con un coltello. A turno poi l’avrebbero violentata e prima di andare via si sono impossessati di oggetti in oro, telefoni cellulari e un computer. Poco più tardi i due Fragapane e Tagliavia sono stati notati da due agenti fuori servizio in piazza San Francesco, mentre stavano cercando di piazzare i monili in un “Compro Oro” della zona. I due Fragapane, sono stati cosi, subito arrestati, mentre Tagliavia è stato ammanettato dopo un lungo inseguimento per le vie del centro storico. La refurtiva e l’arma da taglio sono stati recuperati e sequestrati. Lo stesso palermitano, poi, in fase di indagini, ha mostrato un atteggiamento collaborativo, ma questo non gli è bastato per evitare la pena, le stesse inflitte ai suoi compagni di sventura, i fratelli Fragapane.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.