AKRAGAS CALCIO – Il lavoro oscuro ma molto produttivo del direttore amministrativo e commerciale Mirko Piraneo

Mirko Piraneo ha due passioni: l’Akragas di cui è stato già tesoriere ed attualmente è direttore amministrativo e commerciale e la pesca sportiva. Quest’ultima però è stata per il momento messa da parte per via dei molteplici impegni con la società biancoazzurra poichè spetta a lui gestire le delicate voci di spesa e di incasso. Sulla sua scrivania le carte occupano molto spazio. E’ sommersa perché tocca a lui gestire i rapporti commerciali ed il marchio Akragas  è molto ricercato: “ E’ una fase molto importante perché, d’intesa con gli altri dirigenti, si sta pianificando dal punto di vista finanziario la prossima stagione. Attualmente – ammette, ci sono molti contatti con aziende, anche a carattere nazionale, che vogliono notizie sull’Akragas, sul bacino d’utenza e sulla media spettatori per un eventuale coinvolgimento pubblicitario. La serie D è senza dubbio una vetrina molto interessante”. Il suo rapporto con la maglia akragantina inizia sin da bambino ed è continuato con immutata passione. Difficilmente riesce a perdere una partita della squadra del cuore. Ha vissuto i momenti difficili che hanno caratterizzato la società ed oggi guarda il futuro con un cauto ottimismo: “si sono create le basi per continuare nel tempo. Stiamo cercando, ognuno per le proprie competenze, di dare la necessaria professionalità. Personalmente mi sto occupando degli aspetti commerciali ed in primo luogo quanto prima verrà registrato il marchio Akragas. Tale iniziativa è propedeutica alla vendita dei prodotti che porteranno il nostro logo. In questo contesto vogliamo diffondere on line la vendita con un apposito sito che dovrà essere regolato in base alle norme attualmente vigenti. Infine, da questa stagione, gli aspetti puramente pubblicitari sono regolati da una agenzia che ha ricevuto l’incarico di occuparsi degli spazi commerciali”. Insomma un lavoro dietro le quinte ma importante perché tutti dovranno fare i “conti” con lui.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.