ALCAMO – Bimbi morti nell’incidente: migliorano le condizioni del padre

Ha risposto agli stimoli esterni e le sue condizioni migliorano progressivamente. A distanza di cinque giorni dal decesso del figlio minore, Antonino che aveva soltanto 9 anni, Fabio Provenzano non viene più tenuto in coma farmacologico, ma la prognosi resta riservata.

L’uomo è ricoverato al Trauma Center dalla notte del terribile incidente che è costato la vita anche al figlio Francesco, 13 anni. Nel tragico impatto, avvenuto nella notte tra il 12 e il 13 luglio sull’autostrada Palermo-Mazara, all’altezza di Alcamo, ha riportato un trauma cranico con emorragia cerebrale, contusioni polmonari, un trauma toracico e alla colonna vertebrale con fratture e pochi giorni fa è stato sottoposto ad un delicato intervento eseguito dai chirurghi del reparto Maxillo-facciale.

E’ cosciente, ma il quadro clinico è ancora molto delicato – spiegano dall’ospedale Villa Sofia -. Il paziente è in forte stato d’agitazione ed è necessario sedarlo, ma non è tecnicamente in coma farmacologico”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.