ALLARME RANITIDINA – L’Asp di Agrigento si allinea alla disposizion e Aifa. “Sospendere l’uso del farmaco”.

Anche l’Asp di Agrigento si è allineata alla disposizione Aifa. L’agenzia italiana del farmaco ha disposto il ritiro di tutti i medicinali contenenti il prinicipio attivo ranitidina. “Il motivo di tale disposizione è il ritrovamento di un’impurezza denominata  N-nitrosodimetilammina (Ndma) potenzialmente cancerogena, nel principio attivo prodotto nell’officina farmaceutica Saraca Laboratories Ltd, in India. A scopo precauzionale – è stato scritto nella nota d’allert che sta circolando da una Asp all’altra e da un’azienda ospedaliera all’altra – l’Aifa ha anche disposto il divieto di utilizzo di tutti i lotti commercializzati in Italia di medicinali contenenti ranitidina prodotta da altre officine farmaceutiche diverse da Saraca Laboratories Ltd, in attesa che vengano analizzati”.

Anche dall’Asp di Agrigento pregano tutti i cittadini, in via precauzionale, di “sospendere l’uso dei prodotti e di restituire eventuali confezioni ancora giacenti al servizio di farmacia nel più breve tempo possibile per consentirne il ritiro”. L’Aifa, dal canto suo, ha invitato gli operatori sanitari a sostituire le terapie a base di ranitidina con un trattamento alternativo autorizzato per le stesse indicazioni. 

Ma quali sono i farmaci a cui fare attenzione? L’Aifa ha pubblicato sul proprio sito una lunga lista di lotti ritirati dalle farmacie, che però potrebbero già essere finiti in commercio o addirittura nelle case di qualche cliente. In tutto i farmaci bloccati sono 516, con l’Agenzia del farmaco che invita chi dovesse averne delle confezioni in casa, a non utilizzarli per nessun motivo. Tra i medicinali finiti nel mirino dell’Aifa troviamo diversi farmaci molto conosciuti ed utilizzati: c’è il Buscopanantiacido, compresse effervescenti da 75 mg (di cui 12 lotti sono assolutamente da evitare), lo Zanrac, lo Zantiva, l’Hexaliniettabile e anche il RanibenCpraUlcexCpr, il Ranibloc e RanitidinaEg300mg. Ma anche Ranidil fiale, Ranitina Ratiopharm 200 mg cp, Zantac sciroppo. La black list dell’Aifa continua ancora e per consultare l’elenco completo dei medicinali, sia quelli ritirati che quelli da non utilizzare, è consigliabile consultare i documenti resi pubblici sul sito dell’Aifa.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.