AMMINISTRATIVE 2015 – Crocetta benedice “Agrigento 2020”

Il presidente della Regione ha incontrato informalmente la coalizione “Agrigento 2020”. Rosario Crocetta, accompagnato dal suo “cerchio magico”, Nelli Scilabra, Mariella Lo Bello e Maria Grazia Brandara, si è seduto tra le poltrone della hall di un albergo della città dei Templi insieme ai politici agrigentini adesso impegnati verso il voto per le Primarie di domenica 22 marzo in cui competono Silvio Alessi, Epifanio Bellini, Piero Marchetta e Peppe Vita. Crocetta ha benedetto il progetto e ha garantito il sostegno della Regione. Rivolgendosi, tra gli altri, a Giuseppe Zambito, segretario provinciale del Partito Democratico, al presidente del Patto per il Territorio, Piero Macedonio, a Paolo Ferrara, segretario provinciale del Pdr, a Settimio Cantone, coordinatore di Sicilia Democratica, ai deputati Riccardo Gallo, Maria Iacono, Angelo Capodicasa, e Salvatore Cascio, il presidente della Regione ha ribadito : “Quella che abbiamo voluto formare è una coalizione che basa la sua struttura sulle alleanze a livello regionale. E’ una coalizione vincente, capace di una politica di rinnovamento della città di Agrigento, e più ad ampio raggio in Sicilia e in Italia. Mi dispiace che altri pezzi della coalizione non vogliano essere parte dello stesso percorso. Penso che vi sia ancora tempo. A me piacerebbe avere dentro anche l’Udc. Perché non aprire anche questa possibilità a Firetto? Perché rifiutare un confronto e una selezione democratica? Spero che Firetto possa rivedere questa sua posizione per lavorare tutti insieme. Le primarie non sono una farsa come le ha definite Firetto ma sono come le elezioni, a tutti gli effetti. Non c’è nessuna farsa nel votare, anzi è un modo per non far scegliere i candidati alla casta, con una decisione presa dai potenti. In questo modo il candidato lo sceglieranno i cittadini: mi sembra un fatto di grande trasparenza e democrazia. La Sicilia è prossima a essere fuori dalla crisi. Nel 2015 il nostro Prodotto interno lordo sarà al più 1,5. Bisogna approfittare del trend positivo per il rilancio della Sicilia e quindi anche di Agrigento, favorendo lavoro e occupazione, turismo e risorse naturali, da alimentare con i fondi europei 2015 – 2020. Se il nostro sindaco sarà eletto sarà un sindaco che dialogherà con la Regione a Palermo e con il Governo nazionale a Roma, conquistando ottimi risultati. Ringrazio Zambito, Capodicasa, Cascio, Michele Cimino, e Riccardo Gallo per la sua disponibilità ad un progetto di cambiamento forte per la città, che mette insieme sensibilità differenti. Ripeto : apriamo una grande partita, che avrà il sostegno forte della Regione”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.