Anche le attività commerciali di Racalmuto asderiscono al flash mob di Ho Re Ca

Anche le attività aderenti alla neo associazione Food and Beverage di Racalmuto, partecipano questa sera, alla manifestazione nazionale Ho. Re. Ca. I titolari di bar, ritoranti, pizzerie, pasticcerie, rosticcerie, gelaterie , dunque, tutte le attività enogastronomiche del paese insieme per fare rete , il tutto coordinato dal Presdiente Sergio Schillaci da poco ritornato a Racalmuto dopo la sua esprienza a La Spezia per proseguire l’attività di famiglia, ovvero il suo ristorante meglio noto “Nni Babà” storica attività del paese. A partire dalle ore 21.00 alle 21.10 presso le diverse attività che aderiscono all’iniziativa saranno accese simbolicamente le luci delle loro attività e mercoledì 29 aprile alle ore 11. 00 al Comune di Racalmuto dove si recheranno due rappresentanti dell’associazione, Sergio Schillaci e il Vice Presidente Salvo Sardo , titolare del bar “Nni Popo”, precisano, inoltre “non sarà consentita la presenza di persone non autorizzate come previsto dal Dpcm che vieta assembramenti di persone”. Saremo noi a consegnare le chiavi degli esercizi commerciali al Sindaco Vincenzo Maniglia, per ribadire l’allarmante situazione che sta vivendo tutto il comparto che, seppur unito, senza gli aiuti concreti dello Stato , dovrà affrontare una strada tutta in salita. Tale manifestazione vuole riportare l’impresa del mangiare fuori casa di cui molto poco si parla, all’attenzione di tutti, media e politici in primis, con l’obiettivo di accendere i riflettori e richiamare l’attenzione del Governo su un settore formato da oltre un milione e trecento mila lavoratori che rischia di non riprendersi più.Finchè lo Stato con ci darà aiuti concreti ed immediato le nostre saracinesche rimarranno abbassate.

Intanto, considerato che molti locali si attrezzeranno, per l’estate, in spazi all’aperto, anche i sindaci e i consigli comunali potranno dimostrare vicinanza concreta a questi esercizi pubblici sospendendo, per esempio, la tassa sul suolo pubblico. Come stanno facendo in tante città anche della provincia di Agrigento.

È arrivato il momento di rimboccarsi le maniche – dichiara il Presidente Sergio Schillaci– la nostra associazione nasce da un sogno inseguito per anni dal sottoscritto e da Calogero Salemi, titolare del Bar del Viale. Un progetto sano ed ambizioso a cui hanno aderito, in massa, tutte le aziende operanti nel nostro bel paese. Al nostro fianco abbiamo un pool di consulenti e legali, esperti sanitari e tanti altre realtà che contribuiranno alla crescita della nostra associazione. È vero, tutto nasce a ridosso di un brutto momento legato al Coronavirus, ma è il momento giusto per far nascere qualcosa di nuovo e trasmettere positività a tutta la cittadinanza racalmutese e a tutti i tessuti produttivi, alle diverse eccellenze presenti nel nostro territorio e che vanno incentivate e spronate, seguite e migliorate”.

Dunque, tutti insieme questa sera per dire no a norme suicide. Sia chiaro che non cerchiamo assistenzialismo ma giuste misure che permettano la ripartenza delle nostre attività .

Condividi
  • 101
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    101
    Shares
  • 101
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.