ARAGONA – Depuratore scaricava nel fiume Platani: condannato sindaco e il suo predecessore

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il Tribunale ha condannato a 2 mesi di arresto e oltre 10mila euro di ammenda il sindaco di Aragona, Salvatore Parello, e il suo predecessore, Alfonso Tedesco, imputati di sversamento di reflui fognari non depurati nel vallone del fiume Platani. Il depuratore di Aragona non sarebbe stato adeguato alla normativa ambientale in materia, e avrebbe scaricato direttamente nel vallone. Parello e Tedesco sono stati assolti dalle imputazioni di danneggiamento e omissione di atti d’ ufficio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.