ARAGONA – False attestazioni per la gestione della piscina, condannato imprenditore

La seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Mazzara, a latere Giuseppe Miceli e Antonio Genna, ha condannato a 10 mesi di reclusione l’imprenditore Vincenzo Picarella, 47 anni, imputato di avere attestato falsamente di essere in possesso del requisito, richiesto dal bando di gara, di avere, nei tre anni precedenti, gestito piscine pubbliche per aggiudicarsi l’appalto decennale per la gestione della piscina comunale di Aragona.

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.