ARS – Arriva il “collegato” con oltre 6 milioni di euro

Il collegato sbarca all’Ars: si tratta di ben 48 articoli con una spesa di sei milioni e mezzo. E c’è di tutto, dai contributi per enti e associazioni alla nascita di fondazioni. Soldi anche per assunzioni e stabilizzazioni. Il tutto con uno sponsor politico dietro.

C’è un testo che, , prevede un finanziamento da 250 mila euro per dar vita, nel Siracusano, al museo del Nero d’Avola e delle etichette del vino siciliano, uno che permette di acquisire lo spazio dove sorgeva villa Deliella a Palermo e realizzarvi un museo del Liberty e della Belle Epoque. L’Mpa con Carmelo Pullara ha fatto inserire una norma che permette alla Regione di acquisire dall’Asp il complesso Santa Margherita, a Sciacca, per realizzarvi un altro museo.

Nasceranno due nuove fondazioni. La prima punta alla tutela dei beni archivistici storici e la Regione contribuirà con 100 mila euro, la seconda sarà la Rosa Blaistreri a Licata. Nasceranno anche le strade degli scrittori che metteranno in rete gli itinerari che toccano i luoghi in cui hanno vissuto i principali autori siciliani: anche in questo caso nascerà un comitato promotore.

Poi i contributi ex tabella H: 100mila euro andranno all’istituto per ciechi Florio Salamone, 50 mila euro all’Istituto audiofonolesi di Marsala e 500 mila all’università Kore di Enna, il teatro Bellini di Catania avrà 400 mila euro in più, Taormina Arte 150 mila euro in più, le Orestiadi di Gibellina 50 mila euro in più. 100 mila euro per il teatro popolare Samonà a Sciacca. Per gli ex dipendenti della Pumex di Lipari un altro articolo prevede il passaggio alla Resais

Condividi
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.