ARS – Busta con proiettile indirizzata al deputato Forzese

Una busta contenente due proiettili  è stata spedita al Parlamento siciliano. Il plico era  indirizzato al deputato regionale Marco Forzese, ad aprirlo sono  stati alcuni collaboratori del gruppo parlamentare dei  Democratici riformisti per la Sicilia, nel piano basso del  Palazzo dei Normanni. La Digos si trova negli uffici del  gruppo.

Assieme ai proiettili c’era anche un biglietto, consegnato alla polizia. Forzese che si trovava in ufficio al momento dell’apertura del plico è scoppiato in lacrime. Appena appresa la notizia il presidente della Regione, Rosario Crocetta presente a Palazzo, si è subito recato nel gruppo parlamentare. Anche altri deputati hanno raggiunto gli uffici.

FORZESE GIA’ SOTTOPOSTO A TUTELA. Il deputato regionale Marco Forzese (Drs), che ha ricevuto nel suo ufficio all’interno del Parlamento una busta con due proiettili e minacce di morte, da mesi vive sotto tutela per diverse intimidazioni subite qualche mese fa dopo essere stato costretto ad abbandonare la guida della commissione Affari istituzionali dell’Ars in seguito alle dimissioni della maggioranza dei commissari. Forzese era finito al centro di forti polemiche politiche per la conduzione della commissione, in particolare la seduta relativa alle nomine del governo Crocetta sul board nell’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive (Irsap), guidato dal presidente Alfonso Cicero, anche lui minacciato e costretto a vivere sotto scorta dopo aver denunciato anomalie nella gestione di alcuni ex Consorzi Asi (aree industriali).

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.