BASKET – A2, il “derby delle streghe” lo vince Trapani [70-66]sulla Fortitudo Agrigento

MRinnovabili Agrigento vs 2B Control Trapani: 66-70

Parziali: (17-21; 24-20; 14-14; 11-15).

MRinnovabili Agrigento: Chiarastella 18 (5/7, 2/3), Ambrosin 16 (2/5, 3/10), James 11 (2/7, 1/7), Easley 11 (5/10), Pepe 8 (1/2, 2/5), De Nicolao 2 (1/4, 0/2), Rotondo 0 (0/2), Moretti, Fontana, Cuffaro ne, Moricca ne, Umberto Indelicato 0 (0/0, 0/0).

Allenatore: Devis Cagnardi.

Assistente: Michele Giovanatto.

2B Control Trapani: Corbett 19 (5/6, 2/8), Goins 15 (3/4, 3/3), Renzi 12 (4/5, 0/2), Mollura 7 (0/2, 2/2), Spizzichini 6 (2/2), Bonacini 6 (3/4, 0/2), Amici 3 (0/1, 1/3), Nwohuocha 2 (1/3), Tartamella, Ceparano.

Allenatore: Daniele Parente.

Assistente: Fabrizio Canella.

Arbitri: DI TORO CLAUDIO di PERUGIA (PG); FERRETTI FABIO di NERETO (TE); PECORELLA PASQUALE di TRANI (BT).

PORTO EMPEDOCLE. Prova d’orgoglio della 2B Control Trapani che vince sul campo della MRinnovabili con il risultato finale di 66 a 70. Un match equilibrato e vinto solamente nelle ultime battute di gioco quando Trapani è stata più precisa e concentrata in fase difensiva. Un successo importante che dà seguito alla vittoria esterna di sabato contro l’Eurobasket Roma.

1° QUARTO: Coach Parente schiera il quintetto formato da Spizzichini, Corbett, Amici, Goins e Renzi. Cagnardi risponde con De Nicolao, Ambrosin, James, Chiarastella e Easley. Si inizia con cinque punti consecutivi messi a segno da Goins, mentre dall’altra metà campo James e Ambrosin realizzano due triple. Si alternano in fase realizzativa Corbett e James. Goins è ancora preciso dalla lunga distanza, mentre Ambrosin, Renzi, Chiarastella e Corbett trovano l’appoggio al tabellone (5’ 12-14). Dalla lunetta Ambrosin fa uno su due e poi Easley inchioda la schiacciata del momentaneo sorpasso. Renzi e Mollura vanno a segno dalla lunetta, James, invece, realizza con un arresto e tiro. Nel finale Spizzichini è preciso dalla line della carità. Al 10’ il punteggio è 17-21.

2° QUARTO: Si riprende a giocare con il canestro di Corbett, in precario equilibrio. Trapani continua ad essere produttiva in attacco grazie ai canestri di Spizzichini, ma Pepe fa valere la propria abilità al tiro dalla lunga distanza. Chiarastella e Easley accorciano le distanze sul meno 2, costringendo coach Parente al time-out (14’ 25-27). Le parole del tecnico granata fanno bene, infatti si riprende a giocare con una bomba di Corbett e con il piazzato di Renzi. Easley e Pepe, però, non vogliono far scappare la 2B Control e tornano sul meno 3. Amici scaglia la sua prima tripla dell’incontro, a cui, però, risponde dalla stessa distanza Chiarastella. Al canestro di Renzi seguono la tripla dall’angolo di Ambrosin e il canestro della parità di Easley. Nel finale Corbett e Bonacini vanno a segno in penetrazione, mentre Chiarastella con la tripla manda le formazioni negli spogliatoi in parità (20’ 41-41).

3° QUARTO: Dopo l’intervallo lungo, fa canestro Easley, ma Goins subito dopo si impone una grande schiacciata. James fa 2 su 2 dalla lunetta, mentre Easley trova il taglio vincente. Trapani è in difficoltà in attacco ed il canestro di Chiarastella porta coach Parente al time-out (25’ 49-43). La tripla di Corbett arresta l’emorragia granata, ma ancora Chiarastella appoggia al tabellone. Ai liberi di Corbett risponde Pepe con una bomba.  Nwohuocha si iscrive a referto e poi Bonacini va a segno in penetrazione. La tripla di Mollura impatta il punteggio a quota 55 pari.

4° QUARTO: I granata escono dalla pausa con una grande voglia e mette a segno 5 punti consecutivi: tripla di Mollura e canestro di Bonacini. Cagnardi chiama time-out, ma ancora la 2B Control è precisa con la tripla di Goins. Dopo 5 minuti Ambrosin mette i primi punti del quarto per Agrigento con una bomba. Alla penetrazione di Corbett, James risponde con una schiacciata. Viene sanzionato un fallo antisportivo a Mollura (37’), che portano Chiarastella ad accorciare dalla lunetta sul 62-65. Agrigento torna sul meno uno grazie a De Nicolao e Ambrosin, ma i tiri liberi messi a segno di Corbett e Renzi consegnano il derby ai granata. Finale 66-70.

DICHIARAZIONI

Daniele Parente (coach 2B Control Trapani): «E’ stata una partita nervosa ed eravamo preoccupati perché non avevamo riposato, al contrario di Agrigento. Sono contento che il break sia arrivato con tre quinti del quintetto in panchina, questo è segno che tutti sono stati protagonisti. Le troppe palle perse potevano pesare ma fortunatamente non è stato così. Le ultime rimesse sono state molto complicate perché abbiamo avuto difficoltà nel trovare l’uomo libero. Agrigento e Trapani sono due squadre fisiche, che fanno della difesa il loro punto di forza e che cresceranno ancora. Il successo sul campo di Agrigento vale doppio perché su questo parquet sarà difficile per tutti. Con Napoli sarà complicato perché hanno un nuovo coach ed una squadra di grande talento».

Devis Cagnardi (coach MRinnovabili Agrigento): «Complimenti a Trapani per la vittoria, il nostro pubblico meritava la vittoria: ci abbiamo provato, ma non è bastato. Tirando con queste basse percentuali è difficile vincere. La 2B Control è una squadra fisica ed ha fatto valere ciò per portare il successo a sé». 

Federico Tarantino

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.