BASKET – A2, sfortunata Fortitudo la rimonta sfuma all’ultimo respiro vince Biella [83-84]

La Fortitudo Moncada Agrigento non riesce a salire sull’ottovolante, si ferma a sette la serie di vittorie consecutive della formazione biancazzurra, che cede allo scadere contro l’Angelico Biella (83-84), per merito di una giocata di talento e istinto di Jazzmarr Ferguson, folletto americano dei piemontesi che si conferma uno dei giocatori meno contenibili del campionato.

Una gara dai due volti per i ragazzi di coach Ciani, decisamene impalpabili nella prima metà, con Biella nettamente superiore in fatto di energia e attenzione ai piccoli particolari (come testimoniano i ben 15 rimbalzi offensivi catturati da Mike Hall e compagni, a fronte dei 25 difensivi di Agrigento).

Biella ha dominato per lunghi tratti, esibendo una pallacanestro offensiva di grande qualità, toccando anche i 18 punti di vantaggio nel terzo quarto. Da lì, però, cambia tutto: la Fortitudo ritrova sé stessa soprattutto nella propria metà campo, e questo le regala maggiore fiducia in attacco. L’intensità di Innocenzo Ferraro, le mani rapide di Alessandro Piazza e la verve di Ryan Bucci hanno apparecchiato la tavola per un finale punto a punto in cui Perrin Buford ha vestito i panni del protagonista: punti, rimbalzi, energia dell’americano che firma con una fantastica schiacciata il vantaggio (l’unico della partita) sull’83-81.

Non gli va altrettanto bene, però, sull’ultima palla a disposizione: dopo il recupero difensivo, l’americano si trova in post basso contro De Vico, che gli “toglie la sedia” e provoca una chiara infrazione di passi. Il finale è per cuori fortissimi: Agrigento spende i due falli rimasti prima del bonus e l’ultima rimessa è per Ferguson, con 2.9 secondi da giocare.

Il biellese, nonostante la pressione difensiva, trova l’equilibrio per una tripla pazzesca allo scadere, che regala i due punti all’Angelico ma nulla toglie allo sforzo dei biancazzurri per rimettere in piedi una gara che sembrava andata, e per questo sono arrivati gli applausi di un bellissimo PalaMoncada.

Una gara che finisce nel modo più “drammatico”, in senso cestisti, ma che ha dimostrato una volta di più la qualità di queste due formazioni.

Prossimo impegno per la Fortitudo Moncada domenica prossima a Latina, quindi il 5 febbraio in casa con la Viola Reggio Calabria.

Fortitudo Moncada Agrigento – Angelico Biella 83-84 (18-25; 38-51; 59-71)

Fortitudo Moncada Agrigento: Bucci 11 (3/6, 1/3, 2/2 tl), Buford 17 (4/6, 1/1, 6/8 tl), Cuffaro ne, Zugno 6 (2/2 da tre), Evangelisti 8 (3/4, 0/6, 2/2 tl), Ferraro 7 (2/2, 1/3, 0/2 tl), M. Tartaglia ne, Chiarastella 11 (4/6, 1/2, 0/2 tl), De Laurentiis 8 (2/2, 1/3, 1/2 tl), Piazza 8 (1/1, 0/2, 6/6 tl), Bell-Holter 7 (3/6, 1/1 tl). All. Franco Ciani

Angelico Biella: Ferguson 22 (7/14, 2/5, 2/2 tl), Hall 17 (3/6, 3/9, 2/2 tl), Massone ne, Venuto 5 (1/1, 1/3), Pollone 10 (2/2, 2/3), De Vico 7 (1/2, 1/5, 2/2 tl), Udom 15 (5/8, 1/3, 2/4 tl), Wheatle 2 (1/4), Rattalino ne, Tessitori 6 (2/8, 2/2 tl), Pasqualini ne. All. Michele Carrea

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.