BASKET – SaccaBomb e la Fortitudo Agrigento portano via gara 1contro Omegna

Vittoria pesante in gara 1 della semifinale dei playoff di serie B per Agrigento  ai danni dei favoritissimi di Omegna. Trascinati da un super Andrea Saccaggi, che ha segnato ben 42 punti, i biancazzurri vanno in vantaggio della serie con il punteggio di 79-67. Martedì alle 19 al PalaMoncada si gioca gara 2.  Agrigento dunque si prende con autorità gara-1 di semifinale, dominando Omegna per lunghi tratti in un match messo in cassaforte grazie ad un monumentale Andrea Saccaggi autore di 42 punti (6/6 dall’arco, 81% dal campo e 50 di valutazione); dall’altra parte 19 di Balanzoni, 16 di Procacci  e 13 di Del Testa. Starting five classico di coach Catalani con Grande, Saccaggi, Veronesi, Chiarastella e Rotondo; i lupi di coach Andreazza scendono in campo con Procacci, Prandin, Scali, Sgobba, Balanzoni. Avvio equilibrato con entrambe le formazioni in fase di studio; è nella parte centrale della frazione che Omegna mette a segno un mini break di 6 punti (14 – 8) che costringe al timeout coach Catalani. La reazione della Fortitudo è affidata a Saccaggi e Grande che, a suon di triple, ricuciono fino al -1 (16 – 17). Lo sprint finale, tuttavia, premia la Fulgor che si aggiudica il primo quarto (22 – 16). Nella seconda frazione la Fortitudo continua ad inseguire: è ancora Saccaggi – salito a quota 18 punti – a suonare la carica, ben coadiuvato da Rotondo e Costi. Si concretizza così il recupero e il momentaneo vantaggio (32 – 31) ma, un tiro di Procacci sulla sirena consente alla compagine piemontese di rimanere avanti (32 – 33). Nella ripresa, Agrigento innalza la qualità delle scelte offensive trovando il primo allungo significativo della partita con Grande e Saccaggi indemoniati (45 – 35). Omegna, tuttavia, non deraglia e prova di nuovo a ricucire fino al -3 (47 – 43 a 3 minuti dalla terza sirena). Ci pensa ancora Saccaggi, con una tripla in transizione, a ricacciare indietro gli ospiti fino al 57 a 47 con cui si chiude la terza frazione. Nell’ultimo quarto, Omegna mette a segno un mini parziale di 7 punti e si riavvicina pericolosamente (57 – 55), ma senza trovare la spallata per rimettere il match dalla propria parte; ne approfitta Agrigento che, ancora con Saccaggi, trova il massimo vantaggio (79 – 67) mettendo i titoli di coda al match. I biancazzurri avranno pochissimo tempo per recuperare le energie: tra 48 ore, infatti, si torna nuovamente in campo per gara-2.  Gara tre in programma in Piemonte venerdì 4 alle 20,30. 

Moncada Energy GroupAgrigento 79 

Pallacanestro Crema 67

M Rinnovabili Agrigento : Rotondo 8, Grande 14, Cuffaro 3, Tartaglia, Chiarastella 6, Ragagnin, Saccaggi 42, Veronesi 3, Costi 3, Bellavia, Peterson, Mayer. All.: Catalani.

Pallacanestro Crema: Artioli, Procacci 16, Zugno, Scali 4, Del Testa 13, Terreni, Segala, Balanzoni 19, Prandin 4, Battaglia 7, Sgobba 4, Neri. All.: Andreazza

Arbitri: Lucotti e Di Luzio

Note: parziali: 16-22, 16-11, 25-15, 22-19

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.