BILANCIO CAPODANNO – Sicilia, pochi feriti per petardi: tanti giovani in stato di ubriachezza

Bilancio di Capodanno con nessun morto ad Agrigento e provincia cosi come in tutto il resto d’Italia. A Palermo, un ragazzo di 16 anni è rimasto ferito ad una mano per lo scoppio di un petardo e si trova ricoverato nel reparto di chirurgia  plastica dell’ospedale Civico dove è stato accompagnato dai genitori  per essere medicato. Nel capoluogo si registra anche un bambino con un trauma oculare che non ha richiesto il ricovero.  

E’ finito in ospedale con una mano malconcia un uomo di 40 anni presentatosi al Pronto Soccorso di Caltanissetta poco dopo la mezzanotte. Ha dichiarato di essersi ferito mentre stava maneggiando un petardo che improvvisamente  è esploso. L’episodio si è verificato all’interno della sua abitazione mentre con i parenti stava festeggiando l’arrivo dell’anno nuovo. I medici lo hanno curato giudicandolo guaribile in un mese.

In provincia di Agrigento, si registra una donna ferita: una donna di Canicattì  30 enne finita al pronto soccorso dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì per piccole abrasioni  alle gambe dopo l’esplosione  di un gigantesco petardo. 5/6 ubriachi sono finiti, invece, al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento e almeno tre sono stati gli automobilisti bloccati e sanzionati dalla Polizia Stradale. Due, invece, gli uomini che, all’alba, sono arrivati in pronto soccorso sempre ad Agrigento, per ferite riportate alla testa dopo aver avuto delle liti, una delle quali si sarebbe verificata nei pressi della via Atenea. Poi, per il resto, ha funzionato il protocollo di sicurezza in città e nei vari centri.     



Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.