Bimbo muore di arresto cardiaco “Pensavano fosse un mal di pancia”

S. Khadim Gueye, 6 anni, senegalese nato a Catania è morto dopo atroci sofferenze nel reparto pediatrico del Vittorio Emanuele. La comunità senegalese è sul piede di guerra, “gli avevano diagnosticato un mal di pancia”, dicono a LiveSicilia “adesso chiediamo giustizia”.

Tutto è iniziato due giorni fa, quando il piccolo Khadim è andato al pronto soccorso pediatrico del Vittorio Emanuele, uno dei pochi reparti ancora in funzione dopo il trasferimento nel San Marco di Librino. “È arrivato in tarda serata – raccontano gli amici della famiglia di Khadim – i medici dissero che si trattava di un normale mal di pancia e gli prescrissero alcune bustine”.

Il giorno dopo, però, i dolori addominali non accennano a smettere.

“Khadim – continua Mbaye Moussaf, esponente della comunità senegalese di Catania – torna nel pronto soccorso del Vittorio Emanuele accompagnato dai genitori, dopo 40minuti di attesa viene visitato, ma per più di due ore non riescono a trovare la vena del suo braccio per fare la flebo”.

Intorno alle 20 le sue condizioni precipitano e muore su una barella per un arresto cardiaco.

I genitori sono inconsolabili, hanno già nominato un legale e stanno presentando un esposto in Procura.

La redazione è in contatto con i vertici del Policlinico Vittorio Emanuele.

FONTE LIVE SICILIA

IN AGGIORNAMENTO

Condividi
  • 42
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    42
    Shares
  • 42
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.