Blitz della Guardia di Finanza nei negozi cinesi a Canicattì e Racalmuto: sequestrati prodotti “pericolosi”

Migliaia di pezzi di diverse centinaia di articoli sono stati sequestrati nelle ultime ore dal personale della Tenenza della Guardia di Finanza di Canicattì nei comuni di competenza territoriale in diversi negozi gestiti da commercianti cinesi. I sequestri maggiori sono stati effettuati in due diversi negozi, uno a Canicattì ed uno a Racalmuto , gestiti da famiglie cinesi. Si tratta di materiale da cartoleria e per la scuola, giocattoli dai più semplici ai più sofisticati, materiale elettronico ed informatico nonché capi di abbigliamento ritenuti tossici ed altamente infiammabile al pari del materiale elettrico ed utensileria varia assieme ad attrezzatura per l’hobbistica. Il material sequestrato è stato caricato su capienti furgoni e portato in caserma nell’attesa di svolgere ulteriori accertamenti anche per stabilire la provenienza.

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.