Bottiglia incendiaria contro casa Cugno

Una bottiglia incendiaria è stata lanciata contro l’abitazione della famiglia di Paolo Cugno, 27 anni, reo confesso dell’omicidio della compagna Laura Petrolito, 20 anni.

Il rogo nell’abitazione è scoppiato mentre stava per iniziare il funerale della ventenne, uccisa a coltellate e poi gettata in un pozzo nelle campagne di Canicattini Bagni.

I vigili del fuoco hanno spento le fiamme. La casa al momento è disabitata perchè da domenica la famiglia si è trasferita. Stamane a Canicattini Bagni, in contrada Tradituso, sono arrivati i carabinieri del Reparto investigazioni scientifiche che hanno effettuato dei rilievi nel terreno di Cugno, teatro dell’omicidio. Hanno raccolto elementi per ricostruire la dinamica del delitto.

Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.