BURGIO – Tragico incidente di caccia nel bosco: muore un forestale 51 enne di Montallegro

Un lavoratore forestale di Montallegro muore in quello che dai primi accertamenti sembra a tutti gli effetti un incidente di caccia, nel corso della notte tra sabato e domenica, in territorio di Burgio. Si tratta di Paolo Stagno, di 51 anni, impiegato presso il demanio forestale come bracciante, sposato e padre di tre figli, il quale è morto, quasi certamente sul colpo, perchè sarebbe stato colpito in pieno da una fucilata nel corso di una battuta di caccia notturna. La tragedia si è consumata di notte in località “Muti” all’interno del vasto bosco dei Monti Sicani, ad alcuni chilometri a nord di Burgio, dove spesso viene praticata la caccia al cinghiale. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri del Comando provinciale di Agrigento e della Tenenza di Ribera che sono intervenuti nella zona boschiva con la collaborazione dei militari della stazione di Burgio. Sulla vicenda c’è uno stretto riserbo degli inquirenti che hanno svolto i rilievi   nell’area boschiva e stanno eseguendo gli interrogatori del gruppo di cacciatori per conoscere la dinamica che ha portato al possibile incidente di caccia. Pare che i cacciatori che hanno partecipato alla battuta  di caccia del cinghiale siano stati in tutto sette, di cui sei originari di Montallegro ed uno di Ribera. Si stanno valutando le posizioni dei cacciatori nell’area bischiva. Al momento non risultano indagati per un possibile ed eventuale omicidio colposo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.