BURGIO – Uccisero anziano: sentenza impugnata per due rumeni

La Procura Generale della Corte d’Appello di Palermo ha impugnato la sentenza emessa dal Tribunale di Sciacca lo scorso 20 marzo 2015 a carico di due romeni, giudicati in abbreviato e ai quali sono stati inflitti 18 anni di carcere ciascuno. Si tratta di Mihai Catalin Simion, 23 anni, e Adrian Ciubotariu, 25 anni, imputati dell’omicidio dell’anziano Liborio Italiano, 90 anni, scoperto morto nella sua casa a Burgio. Il 22 settembre del 2013 i due romeni sono entrati dentro la casa dell’ anziano, lo hanno legato, e lo hanno imbavagliato con una tovaglia da cucina che gli ha provocato la morte per asfissia. I due romeni hanno poi rubato un televisore.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.