CALCIO – Caso svastica, Croazia punita con un punto di penalizzazione

Per la svastica apparsa sull’erba della stadio durante la partita Croazia-Italia un mese fa a Spalato, la nazionale croata è stata punita dalla Uefa con un punto di penalizzazione, due partite senza tifosi e 100 mila euro di multa. Lo riferisce la Federcalcio croata sul suo sito Internet. Croazia-Italia: sul campo spunta una svastica

LE REAZIONI – La punizione “per comportamento razzista” è stata notificata oggi a Zagabria da parte della Commissione disciplinare della Uefa. Per la Federcalcio croata si «tratta di una punizione estremamente dura, la più pesante nella storia del calcio croato». La Uefa ha inoltre deciso che le due successive partite valide per le qualificazioni ai campionati europei del 2016, oltre che a tribune vuote, non potranno essere disputate allo stadio Poljud di Spalato, dove era, appunto, disegnata la svastica. La decisione della Uefa è comunque molto meno pesante rispetto alle previsioni apparse sulla stampa croata nei giorni scorsi, che ipotizzavano da un minimo di tre a un massimo di sei punti di penalità, fino addirittura all’esclusione dal campionato. La Croazia di Niko Kovac passa dunque da 14 a 13 punti, mantenendo però il primo posto nel proprio gruppo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.