CALCIO – Mister Restivo(AtlCampofranco) in replica a mister Gerardi(Marsala)

A risposta delle dichiarazioni di mister Gerardi, replica l’allenatore del Campofranco allenatore dei giallorossi Salvatore Restivo. «Non abbiamo niente nei confronti del Marsala, anzi abbiamo cercato in tutti i modi proteggerli dall’assalto dei tifosi, respingendo fuori dal campo un tifoso che prima della partita ha cercato di entrare, evitando che potesse interrompere il riscaldamento dei nostri avversari. Ribadisco che tutti gli insulti erano rivolti solo a Gerardi, e quando è entrato nello stadio ci sono stati alcuni dirigenti gli hanno rinfacciato la famosa presunta frase da lui pronunciata all’andata, ma neanche i giocatori hanno innervosito la partita in modo particolare, non ci sono neanche stati molti ammoniti. Dopo la partita i tifosi dalla tribuna hanno continuato a contestare Gerardi, e poi lui si è lasciato andare a questi episodi di nervosismo; ma ripeto, nessuno era contro il Marsala, tanto che io stesso ho accompagnato Sandri negli spogliatoi in modo assolutamente amichevole. Chiaro che sono rimasto deluso dalle parole scritte su Facebook dai miei giocatori, ma sono state pronunciate da chi ha vissuto la gara d’andata e ha sentito la famigerata frase dal vivo. Certo la vendetta annunciata era sbagliata, e infatti i giocatori in campo non hanno fatto nulla per alimentare tali voci; le uniche parole di offese sono arrivate dai tifosi e non vorrei che Gerardi amplificasse la vicenda perché veramente non si è andati oltre gli insulti verbali dalla tribuna».

«La provocazione di Gerardi di una possibile combutta tra i tifosi del Campofranco e quelli della Parmonval mi sembra un’offesa alle persone intelligenti, perché è assurdo anche il solo ipotizzare una cosa del genere. Una provocazione del genere è da vigliacchi, i due episodi, quello di Mondello e quello di ieri, sono completamente separati l’uno dall’altro».

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.