CALCIO – PROMOZIONE, Terremoto in casa Libertas si dimette il Presidente Munisteri

Come un fulmine al ciel sereno arriva la notizia della presentazione delle dimissioni, a quanto pare irrevocabili, da parte del Presidente della Libertas, Pietro Munisteri. Una decisione che ha destato scalpore tra gli ambienti sportivi, soprattutto per l’attaccamento che Munisteri, (da 30 anni nel calcio), aveva dimostrato al progetto Libertas. Ma evidentemente qualcosa non è proceduto per il verso giusto. Alla base dovrebbero esserci incomprensioni con una parte della società. Come è ormai noto, la Libertas da tre stagioni gioca lontana dal suo paese di origine che è Racalmuto. La società dopo essere nata a Racalmuto si è trasferita nella vicina Grotte per cercare di convogliare quanto più possibili risorse anche umane tra le due comunità.  Un progetto, però, non condiviso nè da una nè dall’altra comunità. I grottesi sembrano scettici verso tale progetto cosi come i racalmutesi. Cosi è successo che verso la Libertas ad avvicinarsi sono stati gli addetti ai lavori e qualche tifoso da sempre legato ai colori biancoazzurri sin dalla nascita. Ma è anche vero che l’impianto sportivo di Racalmuto, lo stadio Giuseppe La Mantia, ormai da anni  lasciato al suo destino con una società caparbia come lo Sporting con il suo Presidente e i suoi dirigenti ad assumersi l’onere di certe spese e responsabilità. Menzioniamo l’impianto, perchè il trasferimento della Libertas a Grotte inizialmente è stato imputabile a questa annosa vicenda. Adesso, però, a distanza di qualche anno, la fuoriuscita del Presidente Munisteri dalla Libertas non sembra affatto addebitabile alla vicenda stadio. Qualcosa, forse, nel giocattolo Libertas non sembra essere andato dalla giusta direzione. Evidentemente racalmutesi e grottesi sono ancora incompatibili per un progetto comune. Ma queste rimangono soltanto delle ipotesi. Si cercherà di capirne di più nei prossimi giorni e non è nemmeno escluso che dall’abbandono di Munisteri possano seguirne altri, soprattutto di dirigenti di fede racalmutese. Intanto, la Libertas, da lunedi scorso ha iniziato la sua preparazione allo stadio di Grotte sotto la direzione del tecnico Alfredo Mattina. Comunque, vedere da spettatore Pietro Munisteri con due formazioni di Racalmuto in Promozione ci sembra quasi impossibile e impensabile.

Pietro Munisteri da quando esiste lo Sporting Racalmuto in contrapposizione con le altre formazioni di Racalmuto(Us Racalmuto e Asd Racalmuto) è stato sempre dalla parte opposta. Nel calcio, però , si sa, tutto è possibile, anche Fabio Capello da allenatore della Roma aveva giurato che mai sarebbe approdato alla Juventus e invece…………..

Dall’altra sponda, in casa Sporting, la preparazione inizia il primo di agosto e dopo aver centrato i due colpi di mercato con l’arrivo di Milanesio ed Alessi dalla Sancataldese, martedi sera, la società del Direttore sportivo, Paolo Alaimo renderà noto il nome del nuovo attaccante che insieme a Peppe Giaconia ed Omar Satta entrambi riconfermati, comporrà l’attacco. Non si tratta nè di Scillufo e neppure di Failla ma si tratta di un grande giocatore con esperienze nel Due Torri e altre prestigiose formazioni siciliane. Martedi sera scopriremo quest’altra sorpresa. E poi, tutti ad attendere la composizione dei gironi e il calendario di Coppa. Per una stagione divertente ed esaltante.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.