Tele Studio98

la forza dell'innovazione

CALCIO – SERIE B, partenza falsa di Gattuso al Barbera:L’Empoli stende i rosanero

I tosacni vanno in vantaggio con Tavano, dopo l'espulsione di Ngoyi pareggio di Hernandez. Nella ripresa Maccarone sigla il gol decisivo.

. Il Palermo non è l’ammazza-campionato o la Juve della Serie B. il campionato cadetto è un lungo percorso pieno di ostacoli. Va bene, queste cose ormai le abbiamo abbondantemente lette e sentite. Adesso, però, è il momento di pedalare e si spera che questa seconda lezione subita dall’Empoli in casa, dopo il punto stentato a Modena, serva al Palermo per calarsi in questa nuova realtà. La sconfitta contro Maccarone e compagni dice che il Palermo ha delle lacune di organico e atteggiamento che non è detto si possano colmare a 48 ore dalla fine del mercato. In attesa di Munoz, la difesa sembra non reggere in maniera adeguata il peso degli attacchi, quando gli avversari scavalcano il centrocampo. La gara di oggi è stata anche pesantemente condizionata dall’espulsione alla mezzora di Ngoyi. Anche qui, però, bisogna stare attenti a evitare episodi del genere. Una squadra organizzata come l’Empoli, che stasera è uscita alla distanza, non perdona. Tra le note positive, c’è quantomeno la reazione del Palermo, che dal gol fino al quarto d’ora della ripresa ha giocato anche meglio degli avversari in inferiorità numerica. Bene anche Hernandez, strasera con la fascia di capitano. La prestazione, la fascia e il gol sembrano tre buoni indizi per la sua probabile permanenza in rosa. Note liete che non bastano per nascondere una sconfitta, che può rappresentare per gli uomini di Gattuso una mazzata pesante per il morale. Un Gattuso che stasera ha provato anche qualcosa di nuovo. Il modulo iniziale, infatti, è stato rivoluzionato: si è passati dal 4-2-3-1 al 4-3-2-1. La trasformazione potrebbe essere tra le cause dello smarrimento di Ngoyi nei primi minuti che ha portato all’espulsione. Note liete che non bastano al Berbera (oggi in 11 mila allo stadio). Siamo alla seconda giornata e sono già cominciati i fischi e gli insulti a Zamparini.

About The Author

Condividi