CALTANISSETTA – Acquisti effettuati con documenti falsi, tra gli indagati anche agrigentini

Sono otto gli avvisi di garanzia notificati dai carabinieri di Caltanissetta ad altrettanti soggetti di Caltanissetta, San Cataldo, Palermo, Agrigento e Canicattì che avrebbero messo su una serie di truffe per almeno 165mila euro attraverso l’acquisto di elettrodomestici e autovetture, esibendo documentazione falsa.

Agli indagati sono contestate, a vario titolo, ipotesi di reato che vanno dall’associazione per delinquere, alla sostituzione di persona al falso materiale commessa dal privato. Le carte d’identità allegate alle richieste di finanziamento riportavano dati anagrafici esatti di ignari acquirenti ma la foto era degli autori dei raggiri.

Durante le indagini si è fatto luce su circa 60 truffe consumate tra il 2009 e il 2013, soprattutto a Caltanissetta, dove risiedono tre degli otto denunciati.

Le persone destinatarie del provvedimento, sono:

  1. a.a. classe 1958, di caltanissetta, pregiudicato;
  2. g.m. classe 1974, di caltanissetta, pregiudicato;
  3. g.r. classe 1968, di caltanissetta, pregiudicato;
  4. a.g. classe 1970, di caltanissetta;
  5. z.r. classe  1963, di palermo;
  6. m.h. classe 1982, di agrigento;
  7. a.m. classe 1980, di canicattì (ag);
  8. f.s. classe 1976, di san cataldo.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.