CALTANISSETTA – Assolto campobellese accusato di omissione di soccorso

Assolto perché il fatto non sussiste. Con questa formula il tribunale di Caltanissetta ha scagionato il giovane operaio 38enne di Campobello di Licata, Stefano Intorre, difeso dagli avvocati Salvatore Manganello e Salvatore Loggia. L’uomo era accusato di omissione di soccorso perché nel 2009 era rimasto coinvolto in un incidente stradale con un ciclista e secondo l’accusa non si sarebbe fermato per prestare le cure all’anziano che era alla guida del mezzo a due ruote. Il pubblico ministero Sabella aveva chiesto la condanna dell’imputato. L’avvocato Salvatore Loggia, che ha esposto l’arringa difensiva, ha smontato le tesi della pubblica accusa dimostrando l’estraneità ai fatti contestati del suo assistito, Stefano Intorre. Il giudice del tribunale nisseno, dopo una breve camera di consiglio, ha emesso la sentenza con la quale ha assolto l’operaio campobellese. Dopo 4 anni quindi si conclude un processo che era stato originato dalla denuncia per omesso soccorso a seguito di un incidente stradale. Per Stefano Intorre era importante dimostrare la sua estraneità ai fatti addebitati ed assieme ai suoi legali di fiducia, Manganello e Loggia, è riuscito a far emergere la verità sui fatti accaduto nel 2009.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.