CALTANISSETTA – GdF: confiscati beni per 11 milioni di euro[VIDEO]

Ennesimo duro colpo ai patrimoni della mafia.

I finanzieri del nucleo speciale di Polizia Valutaria e del nucleo di Polizia Tributaria di Caltanissetta hanno confiscato due ville di lusso (a Resuttano e Villasanta), terreni per 250 ettari tra le provincie di Palermo, Enna e Caltanissetta, due aziende agricole a Resuttano, una società di vendite all’ingrossocon sede a Napoli, quote e partecipazioni societarie, conti correnti e disponibilità finanziarie presso istituti di credito di Roma, Milano, Palermo e Caltanissetta oltra a decine di mezzi e macchine agricole, 200 capi di bestiame  e 50 tonnellate di sementi e mangimi.

L’intero patrimonio è stato stimato in un valore di oltre 11 milioni di euro.

L’operazione è la prosecuzione dell’iter giudiziario iniziato nel 2012 nei confronti di Maria Antonietta Dell’Edera e della figlia Katia La Placa , eredi di Vincenzo La Placa. Quest’ultimo,  deceduto nel 2009, è stato coinvolto in numerosi procedimenti penali per associazione a delinquere, riciclaggio, furto, truffa, peculato, ricettazione, percosse e minacce, danneggiamento, commercio di sostanze alimentari nocive, abusi edilizi e reati fiscali e ambientali.

Negli anni, numerosi collaboratori di giustizia hanno definito La Placa come un “cane sciolto”: non appartenente a nessuna famiglia ma con rapporti affaristici con altri ambienti malavitosi.

Le indagini sulle due donne hanno anche evidenziato contatti fra le due e Tony Ciavarello, marito di Maria Concetta Riina, figlia del capo di Cosa Nostra Salvatore.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.