CALTANISSETTA – Processo Montante, la Cassazione conferma gli arresti domiciliari

L’ex numero uno degli industriali siciliani Antonello Montante rimane ai domiciliari. La sesta sezione penale della Cassazione ha infatti dichiarato inammissibile il ricorso avanzato dai legali dell’imprenditore nisseno contro l’ordinanza dello scorso agosto del Tribunale del Riesame di Caltanissetta, pronunciatosi negativamente sulla richiesta di revisione della misura cautelare.

Montante, finito nel vortice di un’inchiesta della Procura nissena nel maggio del 2018, è stato condannato in primo grado a 14 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.