CALTANISSETTA – Scoperto morto in carcere il siculianese Rosario Bellavia

A Caltanissetta, in carcere, è stato scoperto morto l’agente di polizia penitenziaria Rosario Bellavia, 50 anni, di Siculiana, arrestato ed attualmente sotto processo, per concorso in associazione mafiosa, nell’ ambito dell’ inchiesta cosiddetta “Nuova Cupola”. La morte di Bellavia sarebbe stata provocata da un malore o da un suicidio. L’ uomo, tramite il suo difensore, l’avvocato Salvatore Pennica, avrebbe scritto numerose lettere alla famiglia manifestando sconforto e depressione. Secondo le accuse, Rosario Bellavia sarebbe stato una talpa a servizio del clan di Siculiana, trasferendo informazioni dal carcere, e rivelando l’ eventuale presenza di microspie.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.