CALTANISSETTA – Strage di via D’Amelio, pm chiede condanna per due pentiti

La procura di Caltanissetta ha chiesto, ieri, la condanna rispettivamente a 13 e 10 anni di reclusione per i collaboratori Gaspare Spatuzza e Fabio Tranchina imputati nel processo abbreviato per la strage di via D’Amelio, il 19 luglio ’92 a Palermo, in cui furono uccisi Paolo Borsellino e 4 poliziotti della scorta. La condanna a 10 anni e mezzo di carcere è stata chiesta per l’ex collaboratore Salvatore Candura accusato di calunnia aggravata perchè avrebbe detto il falso nelle dichiarazioni rese ai magistrati e che hanno portato a condanne in precedenti processi. Il nuovo filone d’inchiesta nasce dalle dichiarazioni di Spatuzza che hanno portato anche alla scarcerazione di mafiosi e presunti mafiosi che erano stati condannati in via definitiva.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.