CAMASTRA – Discarica, chiesti 43 rinvii a giudizio

La Procura di Palermo, tramite i pubblici ministeri, Geri Ferrara e Francesco Gualtieri, ha chiesto 43 rinvii a giudizio nell’ambito delle indagini sul presunto smaltimento illecito dei rifiuti nella discarica di Camastra che il 22 dicembre del 2017 è stata posta sotto sequestro. Tra gli imputati vi sono l’imprenditore Marco Venturi, legale rappresentante del laboratorio di analisi Sidercem che avrebbe redatto delle certificazioni false per consentire al titolare di uno stabilimento di conferire nella discarica di Camastra dei rifiuti non smaltibili nella stessa discarica. E poi il già presidente di Girgenti Acque, Marco Campione, e il suo predecessore Giuseppe Giuffrida. Oltre alle 34 persone fisiche la Procura ha chiesto il giudizio per nove imprese: A&G Srl, Studio chimico ambientale Srl, Fratelli Cultrera di Cultrera Giuseppe & C, Bonafede Salvatore e figli Srl, Enimed Spa, Fincantieri Spa, Girgenti Acque Spa, Cipro Gest Srl e Despe Spa. Archiviate le posizioni dei legali rappresentanti di Rete ferrovie italiane e del petrolchimico di Gela.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.