CAMMARATA – Tar sblocca diga “Cannamasca”

Il Tar ha sbloccato la conclusione delle opere alla diga “Cannamasca”, in territorio di Cammarata, appaltate dal Consorzio di Bonifica 3 di Agrigento a favore del Raggruppamento temporaneo di progettisti STCV con sede a Napoli. Però, un altro raggruppamento, con capogruppo la Technital con sede a Milano, ha presentato ricorso al Tar contro l’aggiudicazione dell’ appalto sostenendo che il raggruppamento vincitore non avesse i requisiti a partecipare alla gara. Si è costituito in giudizio il Consorzio di Bonifica 3 di Agrigento, rappresentato e difeso dall’ avvocato Girolamo Rubino (nella foto). Innanzi al Tar, l’ avvocato Rubino ha dimostrato, tra l’altro, il possesso dei requisiti oggetto della contesa, e il Tar ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dal raggruppamento ricorrente, condannandolo al pagamento delle spese giudiziali.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.