CAMPOBELLO DI LICATA – Sigilli a immobile di Giuseppe Falsone

Un nuovo sequestro di beni ai danni della famiglia dell’ex numero due di Cosa Nostra, Giuseppe Falsone. I giudici della prima sezione misure di prevenzione hanno fatto requisire un immobile in provincia di Livorno, acquistato formalmente da Ganat  Tewelde Barhe, 38 anni, eritrea, ex moglie di Calogero Falsone, fratello del boss, attualmente in carcere  per scontare una condanna a 14 anni e 6 mesi di carcere per il tentato omicidio di un romeno. Ganat, oltre dieci anni fa, con il soprannome di “Madame Gennet” fece parlare di sé per la particolare storia personale che stava dietro al matrimonio col fratello dell’allora superlatitante Giuseppe Falsone .

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.