Tele Studio98

la forza dell'innovazione

Cane bruciato, ex proprietario non potrà più avere animali

L'animale era deceduto dopo tre giorni dall'evento a causa della gravità delle ustioni.

Il proprietario del cane bruciato a Palermo non potrà più avere animali: l’assessore comunale al benessere animale, Fabrizio Ferrandelli ha proposto l’interdizione dalla detenzione di animali per l’uomo che ha dato alle fiamme il giovane pitbull Aron. Con l’intervento del sindaco Roberto Lagalla e la collaborazione dei volontari è stata emanata l’ordinanza 96 del 12 giugno 2024. L’ordinanza vieta all’ex proprietario nonché ad eventuali conviventi, di possedere, acquisire in proprietà e/o detenere animali di qualunque genere e specie a qualsiasi titolo, anche temporaneamente, su tutto il territorio comunale. “Dove la legge non ha trovato applicazione per via dei riscontrati disturbi psichiatrici del soggetto, – dice Ferrandelli – è l’amministrazione comunale che prova ad intervenire con un’ordinanza specifica, accogliendo i suggerimenti delle associazioni animaliste manifestati durante le riunioni dei tavoli tecnici di coordinamento avviati per condividere le azioni per il benessere animale in città”.
    La storia di Aron, il pittbul arso vivo in centro città a Palermo dal suo proprietario nel mese di gennaio aveva scosso l’ Italia intera.L’animale era deceduto dopo tre giorni dall’evento a causa della gravità delle ustioni.

About The Author

Condividi