CANICATTI’ – Condannato per aver rubato la biancheria della vicina

Non ha mai ammesso le sue colpe né spiegato cosa ne facesse della biancheria intima rubata nottetempo alla vicina di casa. Filippo Lauricella, di Canicattì, è stato condannato con il rito del patteggiamento a un anno di reclusione e 380 euro di multa, beneficiando della sospensione della pena. A incastrarlo sono state le immagini di una telecamera a circuito chiuso installata dalla vittima dei furti e dal marito nel cortile dove stendeva i panni. L’uomo è stato bloccato dalla coppia, che ha chiamato la polizia. Per un certo periodo, lo scorso anno, Lauricella aveva più volte rubato la biancheria intima della vicina, che non è stata mai recuperata.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.