CANICATTI’ – “Falsi braccianti”: chiesti 31 rinvii a giudizio

La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto il rinvio a giudizio a carico di 31 imputati, quasi tutti di Ravanusa, accusati, tra l’altro, di truffa per avere tramato e poi percepito indebitamente dall’Inps l’indennità di disoccupazione, simulando un rapporto di lavoro che in realtà non sarebbe mai stato svolto. L’ inchiesta è stata coordinata dalla Guardia di finanza di Canicattì e dal Dipartimento reati contro la Pubblica amministrazione della Procura di Agrigento, tramite il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e il pubblico ministero Andrea Maggioni. Udienza preliminare il prossimo 31 marzo innanzi al Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.