CANICATTI’ – Il suo amico morì in quell’incidente: arriva il patteggiamento

Patteggiamento ratificato: il ventenne Pierangelo Bennici, conducente della Fiat Grande Punto che poco più di un anno fa si schiantò provocando la morte dell’amico (il ventiduenne Francesco Cassisi(nella foto) che stava seduto dietro nel lato passeggero), patteggia e definisce la propria posizione giudiziaria senza un vero e proprio processo. La pena applicata, due anni e due mesi di reclusione, gli consentirà di usufruire della sospensione condizionale perché – anche se superiore ai ventiquattro mesi – l’imputato ha meno di 21 anni.

Bennici, secondo quanto avrebbero accertato le analisi a cui è stato sottoposto dopo l’incidente, si sarebbe messo alla guida della sua auto dopo avere assunto cocaina e alcol in maniera massiccia. Il difensore di Bennici, l’avvocato Calogero Li Calzi, dopo l’avviso di conclusione delle indagini preliminari e la fissazione dell’udienza, aveva chiesto di definire la posizione del proprio assistito attraverso il patteggiamento e il pubblico ministero Brunella Sardoni, titolare dell’inchiesta, aveva dato il consenso. A decidere è stato il giudice dell’udienza preliminare Alessandra Vella.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.