CANICATTI’ – Operaio morì in cantiere, cinque gli indagati

Avrebbero simulato un incidente stradale, raccontando ai medici che la vittima era stata travolta da un furgone mentre raccoglieva erbacce. In realtà Giuseppe Gioacchino Bordonaro, 52 anni, stava lavorando come operaio in nero nel soffitto di un cantiere dove si stava realizzando un manufatto abusivo. L’incidente è avvenuto in contrada Montagna, in via Forlì il 24 giugno del 2014 a Canicattì.  La Polizia, insospettita per un episodio la cui ricostruzione non ha mai convinto, ha avviato un’indagine e a distanza di meno di due anni per 5 indagati si avvicina il momento del processo.  A processo rischiano di andare Maria Grazia Cuva, 51 anni, Antonio Ferraro , 55 anni, Roberto Lauricella Donisi, 46 anni, Giovanni Garlisi, 35 anni e Gioacchino Caracciolo, 39 anni tutti di Canicattì. A loro, il pm Andrea Maggioni ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che preclude alla richiesta di rinvio a giudizio. I difensori, hanno la facoltà entro 20 giorni di produrre delle memorie o chiedere un interrogatorio dei loro assistiti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.