CANICATTI’ – Scoperta rapina grazie al Dna

L’esame del Dna incastra un rapinatore che poco più di un anno fa aveva messo a segno un colpo ai danni di un distributore di carburanti a Canicattì (Ag). A finire prima in manette e poi agli arresti domiciliari Angelo Sferrazza, operaio di Canicattì. Secondo i carabinieri ed il personale del Ris di Messina sarebbe lui l’autore della rapina compiuta la sera del 3 agosto di un anno fa ai danni del distributore di carburanti Agip di viale Carlo Alberto.

Ad incastrarlo le tracce del Dna recuperate dal cappellino che indossava durante la rapina e che gli era volato via nella fuga. All’operaio è stato concesso il regime della custodia cautelare domiciliare con il braccialetto elettronico. Dovrà rispondere di rapina aggravata e porto ingiustificato di coltello di genere vietato.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.