CANICATTI’ – Tenta rapina in tabaccheria, messo in fuga dal titolare da un manico di scopa

Personale del Commissariato di P.S. di Canicattì, in esecuzione dell’Ordinanza in tema di Misure Alternative alla Detenzione, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo, ha sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, dovendo espiare la pena di mesi 6 di reclusione per il reato di smaltimento illegale di rifiuti non autorizzato tale L.V. del 1972, pluripregiudicato, già sorvegliato speciale di P.S. In data 15 febbraio 2020 alle ore 20,15 circa, personale del Commissariato di P.S. di Canicattì interveniva in quella Via Pirandello nr. 95 presso una Rivendita di Tabacchi, per tentata rapina. Poco prima un uomo travisato da un cappuccio, entrava all’interno dell’esercizio commerciale imbracciando un fucile mitragliatore – verosimilmente arma giocattolo -, e senza proferire parola si impossessava della cassetta del registratore di cassa contenente l’incasso giornaliero. La pronta reazione dei proprietari, che colpivano il malvivente per ben due volte, sul corpo, con un manico di scopa in legno, faceva desistere il rapinatore a consumare l’evento delittuoso, infatti abbandonava sul posto la cassetta dell’incasso e non portava via nessun altro valore dalla tabaccheria. Il malvivente, una volta uscito dall’esercizio commerciale, si dava a precipitosa fuga, facendo perdere le tracce, a bordo di un ciclomotore guidato da un complice. Indagini in corso. Autorità Giudiziaria informata da personale del Commissariato di P.S. di Canicattì che procede.

Condividi
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.