CAPACI – Trovato cadavere uomo in pozzetto Enel

I carabinieri indagano sulla morte di Angelo Scrivano, 44 anni, originario di Borgo Nuovo, con qualche piccolo precedente per furto. L’uomo è deceduto a Capaci accanto ad un impianto elettrico, in una zona tempestata dai furti di cavi in rame. E proprio questa è la pista più accreditata dagli investigatori per spiegare il decesso.

Indizi utili per le indagini potrebbero arrivare dal suo cellulare. Già ieri gli investigatori hanno sentito familiari e conoscenti, anche se nessuno fino ad ora ha fornito particolari interessanti. Saranno anche controllate alcune telecamere piazzate in zona, all’ingresso di Capacci e dentro l’autostrada, forse hanno ripreso il passaggio della Fiat Punto guidata dall’uomo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.