CARINI – E’ giallo, uccisa una donna Strangolata con una calza in casa

Una donna, Rosalia Simonetti di 54 anni, è stata strangolata nell’abitazione a Carini in via Palermo 16. Sul posto i carabinieri e il pm Stefano De Montis. La donna sarebbe stata uccisa strangolata da una calza.

Ad avvisare il 118 è stata la figlia che ha telefonato non appena è rientrata a casa. Ha trovato la madre per terra che non respirava. I medici del 118 sono intervenuti, ma la donna era già morta. Sul delitto indagano i carabinieri.

L’abitazione della donna si trova al primo piano di una palazzina in centro a Carini. In base ai primi sopralluoghi dei carabinieri della compagnia di Carini non ci sono segni di effrazione né alle porte né alle finestre. L’appartamento non sarebbe a soqquadro. La vittima è divorziata da circa otto anni. Abita da sola e ha due figlie. Una lavora fuori dall’Italia.

I carabinieri arrivati nell’appartamento di Rosalia Simonetti l’hanno trovata con una calza che le copriva la testa e il volto. La morte, secondo una prima ispezione del medico legale, sarebbe per soffocamento. I vicini raccontano che la donna soffrisse di depressione e che avesse preso farmaci specifici. L’avevano vista alcuni giorni fa con le buste della spesa. Stamattina nessuno l’aveva vista. Nessuno avrebbe notato persone attorno all’abitazione.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.