Caso migrante positivo, la presa di posizione di Calogero Pisano(Fdi)

“Apprendiamo dagli organi di informazione della positività di un migrante arrivato qualche giorno fa a Lampedusa, transitato da Porto Empedocle ed oggi trasferito presso l’hotspot di Pozzallo.

Si tratta di una notizia allarmante che conferma come la preoccupazione manifestata in passato da Fratelli d’Italia, sulla possibilità che gli arrivi di migranti sulle coste siciliane costituissero un ulteriore potenziale rischio di diffusione dell’epidemia, sia assolutamente fondata. Più volte ed in vari modi abbiamo inutilmente sollecitato il Governo sulla questione, anche con apposite interrogazioni parlamentari presentate dalla nostra deputata, on Carolina Varchi, che non più tardi di un paio di giorni addietro aveva denunciato pubblicamente i continui approdi di clandestini sulle isole di Lampedusa e Linosa.

Non possiamo non evidenziare, inoltre, il silenzio assordante di certi parlamentari di maggioranza agrigentini, sempre molto attivi sui social, a cui parrebbe nulla importare degli accorati appelli provenienti dei sindaci del nostro territorio, nemmeno di quelli appartanenti al loro stesso colore politico, che hanno rappresentato la sedia minaccia sanitaria costituita dai centri di accoglienza presenti nei loro comuni.

Temiamo che con l’arrivo della bella stagione possa esserci un incremento esponenziale di nuovi arrivi, per questo chiediamo, ancora una volta, al Governo nazionale, finora rimasto indifferente, di intervenire immediatamente per fermare gli sbarchi e per scongiurare che l’attuale situazione sanitaria, già di per sè grave, possa degenerare in una tragedia dalle proporzioni ancora più devastanti per i siciliani” questo l’intervento del dirigente nqzionale, Calogero Pisano, alla notizia della positività di un migrante sbarcato nei giorni scorsi a Lampedusa.

Condividi
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    11
    Shares
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.