CASO PENDOLARI – Il Sindaco di Grotte Provvidenza chiede l’implemento del trasporto ferroviario

Il Sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza accoglie subito l’appello da noi lanciato nelle edizioni di ieri dei nostri telegiornali, oltre a quello di un comitato di genitori, costituitosi per sollecitare più vagoni nei treni con percorrenza da Racalmuto e Grotte verso Agrigento. Lunedì 14 settembre, la maggior parte degli istituti scolastici ad Agrigento riaprono battenti, e la situazione per i centinaia di studenti pendolari di Grotte e Racalmuto non sembra per nulla rosea. Al momento da Trenitalia arrivano solo notizie brutte e scoraggianti. Il primo cittadino di Grotte non rimane con le mani in mano, pure lui, un tempo studente pendolare comprende e capisce la gravità delle cose ai tempi del Covid , alza la cornetta del telefono e si mette subito in contatto con i vertici di Trenitalia. Il Sindaco di Grotte ha sollecitato l’implemento del trasporto ferroviario PER L’ANNO SCOLASTICO 2020/2021. Preso atto che ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid 19 ed in ottemperanza all’ordinanza del Ministero della Salute del 1 agosto  e del successivo Dpcm del 7 agosto sull’intero territorio nazionale , inclusi i mezzi di trasporto è fatto obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Nell’esclusivo interesse di rappresentare le esigenze della nostra comunità invito Trenitalia affinché si attivi tempestivamente al fine di dotare di ulteriori carrozze ferroviarie destinate al trasporto dei viaggiatori e al contempo di incrementare il numero di corse nelle fasce orarie funzionali alla frequenza scolastica. Provvidenza , inoltre, ha informato della vicenda anche l’assessore regionale delle Infrastrutture , Marco Falcone.

Dal comune di Racalmuto, invece, non è dato sapersi se qualcuno si stia interessando alla questione. Ad oggi, non abbiamo ricevuto alcun comunicato o notizia in merito dal Sindaco Maniglia e dai componenti la sua giunta.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.