CASO SEA WATCH 3 – Finito l’interrogatorio di Carola: il Gip deciderà domani

Carola Rackete dovrà passare almeno un’altra notte agli arresti domiciliari. Dopo un interrogatorio durato due ore e mezza, la giudice per le indagini preliminari di Agrigento Alessandra Vella si è riservata la sua decisione che notificherà solo domattina. Per la comandante della Sea Watch il procuratore aggiunto Salvatore Vella ha chiesto l’affievolimento della misura cautelare degli arresti domiciliari in quella del divieto di dimora nella provincia di Agrigento, dunque anche Lampedusa. La Procura ha chiesto la convalida dell’arresto operato due giorni fa in flagranza di reato dalla Guardia di finanza dopo l’approdo forzato nel porto di Lampedusa ma ha ritenuto sufficiente, come misura cautelare, il divieto di dimora.

“Credevo che la motovedetta si spostasse, non volevo colpirli”, ha ribadito il comandante al giudice per le indagini preliminari Alessandra Vella. La Rackete però in Italia potrebbe restare pochissimo. Come era stato annunciato, il Viminale ha già pronto il decreto di espulsione della comandante della Sea Watch ritenendola pericolosa per l’ordine e la sicurezza pubblica. “Dalla giustizia mi aspetto pene severe per chi ha attentato alla vita di militari italiani e ha ignorato ripetutamente le nostre leggi. Siamo comunque pronti ad espellere la ricca fuorilegge tedesca. Dagli altri paesi europei, Germania e Francia in primis, mi aspetto silenzio e rispetto”.

Carola Rackete aveva lasciato questa mattina il molo di Lampedusa diretta ad Agrigento accompagnata da una motovedetta della Gdf. Alle 15.30 in tribunale si terrà l’interrogatorio nel corso dell’udienza di convalida del suo arresto. Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, il suo vice Salvatore Vella e il pubblico ministero Gloria Andreoli hanno chiesto la convalida dell’arresto di Rackete. I reati contestati sono rifiuto di obbedienza a nave da guerra, resistenza o violenza contro nave da guerra e navigazione in zone vietate. I pm chiedono solo il divieto di dimora in provincia di Agrigento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.