CATANIA – I pm in carcere da Veronica

Sono entrati nel carcere di Catania, verso le 10.30, il sostituto procuratore di Ragusa Marco Rota, il capo della Squadra mobile Antonino Ciavola e il capitano dei carabinieri Domenico Spadaro per interrogare Veronica Panarello dopo le sue ultime rivelazioni sull’uccisione del figlio Loris, di otto anni.

La donna ha chiamato in causa il suocero Andrea Stival sostenendo che sia stato lui ad ucciderlo.

La Procura di Ragusa ha indagato per concorso in omicidio e occultamento di cadavere Andrea Stival, il suocero di Veronica Panarello, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte del nipote dell’uomo, Loris. L’iscrizione, si sottolinea in ambienti attivi nelle indagini, è un atto dovuto dopo le dichiarazioni della donna che lo ha chiamato in correità, sostenendo che fossero amanti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.