CATTOLICA ERACLEA – Omicidio Fasulo: condannata la badante per furto

Due anni di reclusione e 500 euro di multa per Santa Mulone, la badante sessantenne di Cattolica Eraclea, accusata di avare colpito alla testa l’ottantacinquenne Anna Fasulo, di cui si occupava, che morì dopo alcune settimane di ricovero in ospedale. Il verdetto è stato emesso nel primo pomeriggio di ieri dalla Corte d’Appello di Palermo, che di fatto ha ribaltato la sentenza di primo grado del Tribunale di Agrigento, che aveva assolto l’imputata e disponendo l’immediata scarcerazione, dopo tre anni di detenzione carceraria.  La Corte d’Appello ha però riqualificato il reato da rapina a furto, escludendo che la Mulone possa avere percosso la vittima. Il fatto avvenne il 20 marzo del 2010 nell’abitazione dell’anziana a Cattolica Eraclea. Il decesso il 16 aprile successivo. Secondo l’accusa Santa Mulone aveva colpito con un oggetto contundente, forse una tazzina, al capo della pensionata per impossessarsi di oltre 30 mila euro prelevati il giorno prima dall’ufficio postale del paese, e nascosti in casa.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.